aggiornamento del modo
alcuni segnali dimostrano che da qualche tempo anche le istituzioni stanno prendendo consapevolezza che la dimensione materiale legata al solo momento economico è disumana. Altri danno conferma piena che la corsa verso il baratro è inarrestabile.
 
07.delega della salute

è di questi giorni un´iniziativa della Regione Lombardia dedicata a ridurre le spese superflue della sanità e a ottimizzare la terapia per i soggetti con le cosiddette malattie croniche. La cosa è anche un´occasione (rara?) di dialogo, seppure solo a mezzo burocrazia, con i suoi potenziali utenti. Ciò a causa del modulo da sottoscrivere in caso di adesione e della ragione da fornire in caso di non sottoscrizione. Tutto legittimo e soprattutto rispettabile, almeno tenendo fede al, su detto, scopo dichiarato.
La cosa provoca anche la considerazione che l´attenzione istituzionale verso i suoi costituitori (noi) accade soprattutto perché sospinta da questioni economiche. Siamo mercato, in questo caso della sanità. E va bene, sempre tenendo buona la buona fede. Come potrebbero fare diversamente? 
Potrebbero sfruttare la circostanza energetica (come lo è ogni iniziativa) per avviare un processo - non meno che generazionale - verso una cultura di rinuncia alla delega della salute. 100212 

 

ascent  |  prana  |  x&x  |  city  |  force
contact | www | search | credits| p.iva 03302540962